Chiunque voglia denunciare gli Accordi bilaterali dovrebbe pensare attentamente alle conseguenze. Più della metà del commercio estero passa oggi attraverso l’UE e delle relazioni regolamentate sono indispensabili. Anche un commercio più intenso con altri partner non potrà mai compensare questa perdita.

Se l’iniziativa dovesse venire accettata, la Svizzera si ritroverebbe senza Accordi bilaterali I entro la fine del 2021. Questa scadenza è troppo ravvicinata per poter negoziare una nuova soluzione soddisfacente con Bruxelles e i 27 Paesi membri dell’UE.

0
Sono gli Paesi membri dell'UE con cui bisognerebbe trovare una nuova soluzione

È così che si vince!

Al giorno d’oggi si possono mettere in moto molte cose solo attraverso un semplice click del mouse e tu hai la possibilità di combattere quest’iniziativa.

Fare parte della nostra campagna contro gli Accordi bilaterali è semplicissimo.

Basta registrarsi via email ed inviare un segnale forte per una Svizzera forte.

Werde Teil der Kampagne
logo-sam-it-hoch-w
Campagna per il NO all’iniziativa contro gli Accordi bilaterali
aperta+sovrana
Wir verwenden Cookies, um Inhalte und Anzeigen zu personalisieren, Funktionen für soziale Medien anbieten zu können und die Zugriffe auf unsere Website zu analysieren. Ausserdem geben wir Informationen zu Ihrer Verwendung unserer Website an unsere Partner für soziale Medien, Werbung und Analysen weiter. Sie geben Einwilligung zu unseren Cookies, wenn Sie unsere Webseite weiterhin nutzen.
Datenschutzbestimmungen
Einstellungen
Alle Cookies akzeptieren
By continuing to browse or by clicking "Accept All Cookies" you agree to the storing of first and third-party cookies on your device to enhance site navigation, analyze site usage, and assist in our marketing efforts.
Cookie Policy
Cookie Settings
Accept All Cookies