NO ad un’iniziativa senza un piano B – non c’è nessun’altra alternativa in vista

Chiunque voglia denunciare gli Accordi bilaterali dovrebbe pensare attentamente alle conseguenze. Più della metà del commercio estero passa oggi attraverso l’UE e delle relazioni regolamentate sono indispensabili. Anche un commercio più intenso con altri partner non potrà mai compensare questa perdita.

Se l’iniziativa dovesse venire accettata, la Svizzera si ritroverebbe senza Accordi bilaterali I entro la fine di aprile 2022. Questa scadenza è troppo ravvicinata per poter negoziare una nuova soluzione soddisfacente con Bruxelles e i 27 Paesi membri dell’UE.

0
Sono gli Paesi membri dell'UE con cui bisognerebbe trovare una nuova soluzione

È così che si vince!

Al giorno d’oggi si possono mettere in moto molte cose solo attraverso un semplice click del mouse e tu hai la possibilità di combattere quest’iniziativa.

Fare parte della nostra campagna contro gli Accordi bilaterali è semplicissimo.

Basta registrarsi via email ed inviare un segnale forte per una Svizzera forte.

Werde Teil der Kampagne
logo-sam-it-hoch-w

Campagna per il NO all’iniziativa contro gli Accordi bilaterali
aperta+sovrana

Impressum / politica sulla privacy

Questi cookie vengono utilizzati per personalizzare i contenuti e gli annunci, per fornire funzioni dei social media e per analizzare il traffico verso il nostro sito web. Inoltre, condividiamo le informazioni sull'utilizzo con i nostri partner che si occupano di anlisi dati, pubblicità e social media. Continuando la navigazione accetterete i nostri cookie.
Protezione dei dati
Impostazioni
Accettare i cookie selezionati
Questo sito Web utilizza i cookie per offrirti il miglior servizio possibile. Utilizzando questi servizi, accetti l'uso dei cookie.
Protezione dei dati
Impostazioni
Accettare i cookie selezionati